Monday 21st Jun 2021

Dall’amore per il Sudafrica all’orgoglio del primo Vermentino e dei festival dei carciofi e delle fave con un grande impegno sociale -

AYAMA - ovvero “qualcuno su cui contare” in iXhosa -, questo il toccante significato del nome dell’azienda vinicola di proprietà della famiglia Dalpiaz, ed è proprio con passione, coraggio ed amore che i friulani Attilio Dalpiaz e Michela Sfiligoi dal 2004 hanno iniziato una grande avventura qui in Sud Africa.

Rilevando una storica azienda risalente al 1685, la Slent Farm, è stato necessario un lungo e duro lavoro per comprendere il clima, i terreni, le varietà, la biodiversità e le diverse culture.

Nella zona di Paarl dov’è ubicata l’azienda, e più precisamente nell’area pedemontana del “Voor Paardeberg” (Wine of Origin Ward), le estati sono lunghe e calde e le piogge rare. Ciò favorisce la coltivazione di una grande varietà di uve, talune con miglior potenziale.

Slent Farm significa anche 55 persone, adulti e bambini, le cui vite sono incardinate nell’organizzazione e nella produzione.

Dalla determinazione di migliorare i mezzi di sussistenza dei dipendenti, dal 2005 è nato il progetto Perdjie School, una piccola scuola aperta ai bambini dai due anni fino al raggiungimento della scuola materna. Un importante riferimento per tutta la comunità di persone svantaggiate della zona rurale. Un modo per soddisfare i bisogni dei bambini e per assicurare loro salute fisica ed istruzione.

AYAMA è quindi un’appassionata storia italiana nata dall’amore verso il Sudafrica, rispetto delle culture e profonda gioia. D’altronde "L'anima del Sudafrica è qui" scrisse Sailor Malan, il famoso pilota della RAF nell’epica “Battle of Britain” che ha vissuto l’infanzia a Slent per 9 anni.

panorami mozzafiato del “Voor Paardeberg”, posti a poco più di 50 km da Cape Town, diventano quindi un altro punto di riferimento per gli italiani in Sudafrica, per i visitatori internazionali e per gli appassionati di cultura, vino, olio e tipicità.

Ad oggi la tenuta è articolata in 62 ettari di vigneti, 2,5 ettari di pere, 9 ettari di olive, 2 ettari di carciofi e 4 ettari dedicati a grano e verdure.

A novembre 2014 sono stati piantati due ettari del primo Vermentino in Sud Africa, un clone sardo che ha attraversato 6 anni di attesa tra quarantena e tempi di produzione.

Con grande successo vengono coltivate anche altre tipologie di uve: Chenin Blanc, Grenache Blanc, Sauvignon Blanc, Viognier, Pinotage, Shiraz, Petit Sirah, Grenache Noir.

Di grande rilievo la produzione di Olio extra vergine ottenuto da varietà Mission, Frantoio, Leccino e Coratina.

Inoltre l’azienda è aperta al pubblico come Guest House, organizza eventi e wine tasting in una sala degustazioni, con esposizione e vendita anche di artigianato locale nel gift shop.

Ormai appuntamenti annuali attesi nella farm il festival dei carciofi e quello delle fave.

Vi aspetta una nuova “Country Destination” nel Western Cape, con una ricca programmazione di attività per trascorrere piacevoli momenti di relax e degustazione.

 

Per seguire le attività dell’azienda:

www.ayama.co.za

www.ayamavermentino.com

www.ayamateca.co.za

Comments powered by CComment