Thursday 19th Jan 2017

REGGIO EMILIA - “Il Tricolore contiene ed esprime il valore della nostra unità nazionale. Non a caso, la nostra Costituzione, all'articolo 12, raccoglie, indica e definisce il Tricolore. Il Tricolore ha accompagnato con continuità, esprimendo il valore dell'unità nazionale, le varie fasi della storia unitaria del nostro Paese, dal Risorgimento alla costruzione della concreta unità di vita dell'Italia, per arrivare fino alla Resistenza, alla Repubblica e alla sua Costituzione, attraverso una lunga trama di vite, di storie, di aspirazioni, di luoghi, di eventi in cui si è svolta la vita del nostro Paese in questo lungo periodo.

Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, a Reggio Emilia il 7 gennaio per la celebrazione del 220° anniversario della nascita del Primo Tricolore. Al suo arrivo il capo dello Stato è stato accolto dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dal sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, dal prefetto di Reggio Emilia, Raffaele Ruberto, e dalle altre autorità civili e militari. Le celebrazioni hanno preso il via in piazza Prampolini, con la tradizionale cerimonia dell'Alzabandiera e l'esecuzione dell'inno nazionale.

Mattarella si è recato quindi nella Sala del Tricolore, la sala che ha visto nascere il Tricolore, dove è avvenuta la consegna della Costituzione italiana a una delegazione di studenti e insegnanti di diverse scuole reggiane, alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e delle autorità locali. A seguire, il presidente ha inaugurato il rinnovato Museo del Tricolore.

Mattarella ha poi partecipato al Teatro Valli alla cerimonia del 220° anniversario della nascita del Primo Tricolore nel corso della quale hanno preso la parola il sindaco Luca Vecchi, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, il presidente della Regione Stefano Bonaccini e lo storico Ernesto Galli della Loggia. La cerimonia si è conclusa con l'intervento del capo dello Stato. (Inform)