• Italtile
  • Wanda Bollo
  • Giuricich
Friday, 28th July 2017 

La tragedia nella Nova Scotia nel 1942: 655 prigionieri italiani persero la vita

La tragedia della Nova Scotia

 

Nei giorni scorsi gli italiani del Sud Africa e diversi gruppi di "pellegrini" arrivati dall'Italia hanno reso omaggio ai nostri prigionieri di guerra che riposano nei cimiteri e sacrari militari di Zonderwater, Worcester e Pietermaritzburg. Sono i soldati morti durante la prigionia e i civili e militari che persero la vita nell'affondamento della nave inglese Nova Scotia, affondata da un sottomarino tedesco al largo della costa del Natal. Una tragedia, questa, nella quale persero la vita 651 italiani assieme ad altre centinaia di inglesi e sudafricani. Particolarmente toccante la storia, mai completamente chiarita, di una donna italiana che fra i relitti della nave perse di vista la figliola di nove anni e, pur nuotando per ore alla sua ricerca da un relitto all'altro, non riuscì a ritrovarla. Eppure sembra che la bambina riuscisse a salvarsi, a raggiungere Durban e poi un convento di suore nello Zululand dove sarebbe poi stata adottata da una famiglia americana. Ma in mancanza di prove e di testimonianze certe queste sono purtroppo soltanto congetture.

A proposito della tragedia della Nova Scotia, nei giorni precedenti le celebrazioni nei tre cimiteri, siamo stati contattati da Antonio e Fiorenzo Zampieri, i quali ci hanno informati della creazione di un "blog" chiamato http://www.navenovascotia.com/ in memoria del nonno Luigi Gino Caldiron, perito nel naufragio. Da quel sito, ricco di informazioni e documenti, abbiamo tratto questa puntualissima ricostruzione della tragedia:

I fatti - 15/16 novembre 1942

Da qualche giorno, nel porto di Massaua in Eritrea, era alla fonda il piroscafo britannico Nova Scotia. La nave, di 6976 tonnellate, costruita per il trasporto passeggeri, era stata varata nel 1926 e convertita a trasporto truppe nel 1941. Ora eseguiva la tratta Aden – Sudafrica per il trasporto, oltre che delle truppe britanniche, anche di prigionieri di guerra, ed aveva già effettuato, a questo scopo, diversi viaggi al largo delle coste dell’Africa sud orientale. In quei giorni stava imbarcando soldati italiani e tedeschi, rastrellati in Etiopia ed Eritrea, assieme a prigionieri civili, fra i quali, sembra, anche alcune donne, e diverse
centinaia di soldati sudafricani e inglesi. Gli italiani, che erano in numero di
769, in massima parte erano reduci degli equipaggi delle navi come la Tevere,
la Colombo, la Mazzini che erano state autoaffondate prima dell’occupazione
della colonia italiana. (Ma c'era anche un ragazzo di nemmeno vent'anni, Vito Migliore, zio del nostr direttore). Gli altri erano civili che venivano deportati, per motivi diversi, nei campi di concentramento in Sudafrica. In tutto, compreso l’equipaggio, si contavano circa 1200 persone.

28 novembre 1942

La mattina presto di quel giorno la Nova Scotia stava transitando al largo della costa del Natal, e per sera avrebbe avvistato la città di Durban, dalla quale distava circa 244 chilometri. Procedeva prudentemente a zig-zag per il fatto che era stata segnalata, in quelle acque, la presenza di sommergibili tedeschi. Ed infatti l’U-Boat 177 tedesco, comandato dal capitano di corvetta Robert
Gysae, avvistandola al proprio periscopio si propose di intercettala, probabilmente credendola un cargo mercantile, per affondarla.

L'U-Boot 177

Il sommergibile lanciò tre siluri alla distanza di 380 metri, due dei quali andarono a segno. Qualche secondo dopo con boato tremendo sul lato sinistro della nave si aprì una voragine, sotto il pelo dell’acqua, all’altezza delle macchine. Erano le 7.07.

La tragedia ebbe inizio. Le fiamme dalle stive si propagarono nei corridoi, nei boccaporti, sui ponti di prua. Le esplosioni si
susseguivano. La gente, terrorizzata, correva impazzita senza meta. Morti e feriti ovunque. Grida, imprecazioni, e invocazioni di aiuto si sovrapponevano.

Era il si salvi chi può. La nave con la fiancata squarciata cominciò a inabissarsi di prua. Fu dato l’ordine di abbandonare la nave. Furono freneticamente scese in mare grosse zattere, ferendo e uccidendo altri disgraziati. Molti riuscirono così ad allontanarsi dal piroscafo che affondava.

Dopo appena sette minuti la poppa della nave luccicava al sole, fortemente inclinata, inabissandosi di prua, con altri poveretti che si ammassavano senza speranza sul ponte poppiero, attendendo la fine. Nel mare reso oleoso dalla nafta fuoriuscita dai serbatoi
della nave, si dibattevano i superstiti, aggrappati a qualsiasi cosa li potesse sostenere. Ancora pochi secondi ed il piroscafo si inabissò per sempre.

Il comandante tedesco diede l’ordine di emergere e con stupore si accorse della moltitudine di naufraghi che chiedevano aiuto tra i flutti ed allora colse l’evidenza di non aver colpito un cargo ma una nave passeggeri. Comprese anche che molti di loro erano italiani. Riuscì a far salire, sul sommergibile, due di loro e sentendo, in quel momento, la necessità di giustificarsi per quanto
aveva fatto, ribadì di aver creduto di colpire una nave inglese e non una nave piena di prigionieri suoi alleati. Immediatamente quindi, contrariamente a quanto disponevano gli ordini della marina tedesca in quei frangenti, lanciò un dispaccio radio a Berlino perché invitasse forze navali neutrali presenti in zona (portoghesi) a soccorrere i naufraghi. Poi diede l’ordine di allontanarsi (l’U-Boat 177 finirà la sua missione il 6 febbraio 1944, colpito da bombe di profondità da un aero USA; morirono 50 membri dell’equipaggio e 15 furono i sopravvissuti).

Il mare era pieno dei resti del naufragio: casse, travi, derrate alimentari, e cadaveri tragicamente mutilati dalle esplosioni e dal fuoco. Fra tanta rovina galleggiavano quattro grandi zatteroni colmi di superstiti e una moltitudine di uomini immersi nell’oceano, con la testa a pelo d’acqua, aggrappati a qualsiasi cosa. Tutti erano unti di nafta, che bruciava loro gli occhi, che li induceva al
vomito continuo ed estenuante.

Piano piano il moto ondoso allontanò gli uni dagli altri, disseminandoli nell’immensità dell’oceano. Il mare era tranquillo e la giornata volse a sera rapidamente. Scesa la notte, improvvisamente il mare si fece grosso aumentando sempre più i marosi. I naufraghi aggrappati alle loro zattere con la forza della disperazione, erano violentemente costretti dal moto del mare a salire e scendere, investiti da onde poderose, che facevano perdere la presa ai più deboli ed ai più stanchi, mietendo di conseguenza ancora molte altre vittime. Continuò così per tutta la notte del 28 e per l’intero giorno successivo, senza che alcun soccorso si facesse avanti, facendo scomparire tra i flutti altri poveretti. Intanto alla richiesta di aiuto sollecitata dal comandante dell’U-Boat tedesco rispose il cacciatorpediniere portoghese Alfonso de Albuquerque, al comando del capitano Josè Augusto Guerriero de Brito.

L'Alfonso de Albuquerque

Il capitano si adoperò immediatamente per giungere al più presto sul luogo del disastro, dando la posizione anche ad una nave da guerra britannica che però proseguì imperterrita sulla sua rotta.

Il 30 novembre, alle 5,45 della mattina, finalmente i naufraghi furono avvistati e cominciò la frenetica ricerca dei superstiti che si prolungò per tutta la notte. Riuscirono a far salire sul cacciatorpediniere portoghese 117 italiani e 64 fra sudafricani ed inglesi. In tutto, quindi, furono 181 i superstiti dei 1200 di partenza; 655 furono i nostri connazionali spariti nell’oceano. E’ stato stimato che almeno un quarto dei scomparsi sono stati divorati dagli squali. Il recupero dei naufraghi evidenziò anche, a dire del capitano portoghese, il fatto che nella tragedia lo spirito di sopravvivenza fece sì che i naufraghi lottarono fra di loro
per riunirsi sulle zattere secondo la loro nazionalità, che continuò anche una volta che erano saliti a bordo sani e salvi.

Il cacciatorpediniere Alfonso de Albuquerque, carico dei superstiti, attraccò nel porto della città di Lourenco Marquez (ora Maputo) nel Mozambico portoghese, dove il comandante, nonostante le pressioni del comando britannico, tratterrà i reduci italiani che saranno curati negli ospedali di quella città neutrale, mentre i soldati inglesi e boeri saranno avviati verso il Sudafrica.

I nostri naufraghi saranno peraltro aiutati in maniera significativa anche dal locale Vice Consolato d’Italia. Alcuni di loro, avranno così l’aiuto indispensabile per ottenere il rimpatrio, superando tutte le difficoltà contingenti. Molti altri si sono integrati nella nuova situazione, trovando anche la possibilità di lavorare.

Sulla costa del Natal e precisamente sulle spiagge di Zinkwazi, il mare restituì i corpi straziati di almeno 120 annegati che pietosamente furono raccolti e posti in tre fosse comuni del cimitero per prigionieri di guerra in località Hillary di Porto Durban, Sudafrica. Assieme a loro furono sepolti nello stesso cimitero gli altri superstiti deceduti successivamente per malattia a Zonderwater, il grande campo della città o nei campi esterni. (I resti di tutti gli italiani sepolti a Hillary sono stati recentemente traslati in un sacrario-ossario nel cortile della chiesetta che i prigionieri italiani costruirono a Epworth, poco lontano dal capoluogo del KwaZulu Natal, Pietermaritzburg. La chiesa è oggi monumento nazionale).

Nel 1982, a cura dei superstiti viventi dell’affondamento della Nova Scotia, che vivevano ancora nel Mozambico, è stata donata una nuova grande tomba comune di forma circolare sormontata da una stele con una colonna spezzata, che riporta una iscrizione in italiano ed inglese che dice: Alla memoria dei figli dell’Italia che sono periti nell’affondamento della SS Nuova Scozia XXVIII-
XIMCMXLII.

In Eritrea, inciso sulle lapidi all’interno della chiesa di Santa Rita di Adi Quala, si trova l’elenco delle vittime italiane perite nell’affondamento della nave Nova Scotia.

Nelle foto: i naufraghi, il sottomarino tedesco, la Nova Scotia e un gruppo di sopravvissuti italiani in Mozambico.

Elenco vittime italiane

01. ABATE NICOLA - Cassino, Frosinone
02. ABBAMONTE VITO - Taranto
03. ACERBONI ANGELO - Roncate, Treviso
04. ADILARDI FRANCESCO - Messina
05. ADORATI (ADORATE) GIUSEPPE
06. AFRODISIO ANTONIO – marittimo - Trieste
07. AGAPITO TELESFORO – marittimo – Lavagna, Genova
08. AIELLO FERDINANDO – La Spezia
09. ALBANO FRANCESCO – marittimo - Napoli
10. ALFINI GIULIO – Bolognano, Pescara
11. ALIOTO (ALIOTTA) NICOLÒ – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini”
12. ALTERIO CATELLO – Castellamare di Stabia, Napoli
13. AMATO FRANCESCO – Regalbuto, Enna
14. AMATO ALFONSO – Montoro Inferiore, Avellino
15. AMATO CARMINE – marittimo, fuochista – San Cippiano Picentino, Salerno
16. AMBROSIANO FRANCESCO (VINCENZO) - Napoli
17. AMERIO FRANCESCO - Aosta
18. ANACLERIO (ANNACLERIO) NICOLA – marittimo -Genova
19. ANNONI EDOARDO - Vicenza
20. ANTISSA GIUSEPPE – marittimo - Trieste
21. ANTOLINI MARIO - Trento
22. ANTONICELLI GIUSEPPE - Bari
23. APOLLONIO GINO - Roma
24. ARATI EMANUELE - Piacenza
25. ARCIDIACONO GIUSEPPE – Piedimonte
26. ARCOLEO GAETANO – marittimo – Avenella, Palermo
27. ARENA UMBERTO - Napoli
28. ARENA PASQUALE - marò servizi vari Regia Marina Gioiosa Ionica, Reggio Calabria
29. AURILIA RAFFAELE – marittimo – Carloforte, Cagliari
30. AVERSANO ALFONSO - Napoli
31. BAFILE GUIDO – L’Aquila
32. BALDASSI CARLO (GUIDO) - Udine
33. BALOCCO ANTONIO - Pola
34. BALZANO GAETANO – marittimo – San Giorgio, Salerno
35. BANCHI LEO – Dicomano, Firenze
36. BANDIZIOL MARCELLO – Sermoneta, Latina
37. BARAZZUTTI AVELLINO – Folgaria del Friuli, Udine
38. BARBARO (BARBATO) MARIO – Montalbano d’Elicona, Messina
39. BARBATA ANTONIO (ANTONINO) – Palazzo Adriano, Palermo
40. BARBIERI MARIO – Fraz. Casoni, Mortara Santalbino, Pavia
41. BARDELLA GIOVANNI – Bondeno, Ferrara
42. BARISI GIUSEPPE – marò servizi vari Regia Marina - Trieste
43. BARLETTA ANTONIO - Brindisi
44. BARO LUCIANO - Aosta
45. BARONE GIOVANNI – marittimo – Palmi, Reggio Calabria
46. BARTOLESI GIUSEPPE – La spezia
47. BARTOLOMEO ANTONIO (ANTONINO) – Partanna Mondello, Palermo
48. BARZANO GIOVANNI
49. BASCIANO MARIO (GIOVANNI) - Trapani
50. BATTARA (BATTERA) AURELIO - Ferrara
51. BATTINELLI FRANCESCO – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
52. BATTISTINI SANTE - Ravenna
53. BAUDINO ROCCO – soldato, 12° centro automobilistico – Boves, Cuneo
54. BELFIORE GIUSEPPE – Monteforte Irpino, Avellino
55. BELLANTUONO GIOVANNI – Monopoli, Bari
56. BELLIN SERENO – fuochista, già imbarcato sul C.T. “Battisti” - Torino
57. BELOCCHI (BELLOCCHI) ILARIO - Palermo
58. BELMARTINO FERRUCCIO - Genova
59. BENINI ANTONIO – San Pietro in Casale, Bologna
60. BERLOT FRANCESCO - Gorizia
61. BERNARDINI RUGGERO – marittimo – La Spezia
62. BERTA AGOSTINO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
63. BERTUZZINI LUIGI - Palermo
64. BERZERO ANDREA – Casale Monferrato, Alessandria
65. BETTINZOLI AGOSTINO – Lodrino, Brescia
66. BEVACQUA SALVATORE – Villa San Giovanni, Reggio Calabria
67. BIDONE EMILIO – Cervesina, Pavia
68. BIGNAMI DELMO - Cremona
69. BIROCCHI LIBERO – Casalbuttano, Cremona
70. BISBIGLIO ANTONIO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
71. BISCARO GUIDO – Pederobba, Treviso
72. BISON EMILIO – Vittoria Sicilia, Modica, Siracusa
73. BLASCO ANDREA – Barrafranca, Enna
74. BOCCHI FRANCESCO – Mezzano superiore, Parma
75. BONFIGLI RIZIERI – Fivizzana Apuana, Massa Carrara
76. BONFIGLIO LUIGI – Capaci, Palermo
77. BORDONI MARCANTONIO (MARCOANTONIO) – Capodacqua di Foligno, Perugia
78. BORGATO PRIMO – Frazione Borsea, Rovigo
79. BORGHESI ORESTE – Bagnacavallo, Ravenna
80. BORIN ROMEO – Fontanella, Treviso
81. BORRIELLO (BORIELLO) GENNARO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
82. BORTOLOTTI DINO - Bologna
83. BOSCO BERNARDINO – Ajello Calabro, Cosenza
84. BRANCA VINICIO (VINICIO) – Specchia, Lecce
85. BRANCACCIO LUIGI – marittimo – Torre del Greco
86. BRIANDA (BRINDA) SALVATORE – Tempio Pausania, Sassari
87. BROCCOLO ANTONIO
88. BROGGIO EUGENIO
89. BRUN VITTORIO
90. BRUNO ANTONIO
91. BUCCI UGO
92. BUFFO GIACOMO
93. BUONO ANDREA
94. BUONVEDERE (BUONVIVERE) PASQUALE
95. BURESTA AUGUSTO
96. BUTTURINI LUIGI
97. CAFFARENA AGOSTINO – marittimo, già imbarcato sulla”Colombo”
98. CALABRESE SALVATORE
99. CALANDRO GIACOMO
100. CALDARUOLO (CALDARULO) MICHELE - militarizzato
101. CALDIRON LUIGI GINO – direttore di un’agenzia commerciale di Asmara
102. CALOGERO FRANCESCO
103. CAMMILLI (CAMILLI) LUIGI
104. CAMPAGNOLO (CAMPANOLO) GIUSEPPE - marittimo
105. CANALE ATTILIO
106. CANDELORA RENATO – sottocapo cannoniere Regia Marina Massaua
107. CANETTA MARCO
108. CANEVA NICOLÒ
109. CANINI (CANINO) ANTONIO
110. CANTONI EMILIO
111. CAPECCHI LUIGI
112. CAPOBIANCO GIUSEPPE
113. CAPODIECI COSIMO
114. CAPPUCCIO GIUSEPPE
115. CAPUTI MAURIZIO
116. CARBONE LUIGI
117. CARBONE MICHELE
118. CARIDI ANTONIO – Dott. Prof. Direttore della Maternità all’Ospedale di Massaua
119. CARNEVALI ANGELO
120. CARNIGLIA VINCENZO – operaio militarizzato
121. CARNOVALE GIOVANNI
122. CARUSO ALFREDO
123. CASADEI MARIO
124. CASAGNI NELLO
125. CASANOVA MARCELLO
126. CASARANO EMERICO
127. CASCAVILLA ANTONIO
128. CASELLA GAETANO - marittimo
129. CASELLA NATALE – infermiere Marinferm Massaua
130. CASERTANO FRANCESCO
131. CASTORINA BRANCACCIO
132. CAVALLI ASCANIO
133. CAVANI GIACOMO
134. CECCHI FERNANDO
135. CEFALÙ GAETANO - marittimo
136. CELEGATO UMBERTO
137. CERATO ELISEO
138. CERRATO (CERATO) ALESSANDRO
139. CERAVOLO ANTONIO – Anoia, Reggio Calabria
140. CERRULLI (CERULLI) MATTIA – Monteforte Cilento, Salerno
141. CHERUBINO GAETANO – marittimo – Torre del Greco
142. CHIANGO MARIO – Ortonovo, Foggia
143. CHIMMIRI ANTONIO - Siracusa
144. CHIRI GIUSEPPE – Muro Leccese, Lecce
145. CICERO LEOPOLDO – Casavola Martina Franca, Taranto
146. CICIRELLO PANTALEONE – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
147. CIGNOLI LUIGI – Voghera, Pavia
148. CIMINO LUIGI – Anzano Irpinia, Avellino
149. CIMMA UGO – Piossasco, Torino
150. CIMINO (CIMMINO) CIRO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
151. CIRCELLO (CICELO - CICIRELLO) MATTIA – Rocchetta Sant’Antonio, Foggia
152. CIRICUGNO LEONZIO – Leveragno, Lecce
153. CIRONI (CIRONE) GIOVANNI – marittimo - Messina
154. CIUFFARDI GIOVANNI – marittimo – Marina, Carrara Apuania
155. COCCHI GIUSEPPE – marittimo - Trieste
156. COLANGELO EUGENIO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
157. COLLATINO ARISTIDE – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
158. COLUCCI GAETANO – marittimo – Monopoli, Bari
159. COLUSSO ERISERIO (ERISERO) San Michele al Tagliamento, Venezia
160. CONATI ALBERTO – CadiDavid, Verona
161. CONCETTI GIACOMO – marò Regia Marina Massaua – Tortoreto, Teramo
162. CONDELLO PASQUALE – Filogaso, Catanzaro
163. CONDORELLI SALVATORE - Catania
164. CONTI ALFREDO - Livorno
165. COPPI UBALDO – Finale Emilia, Modena
166. COPPOLA MICHELE – San Nicola baronia, Avellino
167. COREA SALVATORE – Albi, Catanzaro
168. CORREGGIOLI (CORREGIOLI) FERDINANDO – Baura, Ferrara
169. CORSINI UBALDO - Bologna
170. CORTI PAOLO - genova
171. COSOLETO DOMENICO – Fiumara Calabra, Reggio Calabra
172. COSTANTINI PIERO (PIETRO) - Venezia
173. COTOGNO GIUSEPPE – marittimo, sottocapo militarizzato - Genova
174. COTTINI CESARE – Lille, Belgio
175. COVELLI CARLO – Colledara, Teramo
176. COZZOLINO GIAMBATTISTA – marittimo – Torre del Greco, Napoli
177. CREA FRANCESCO – S. Eufemia d’Aspromonte, Reggio Calabria
178. CREA RAFFAELE
179. CRESTANI EGIDIO – Bassano del Grappa, Vicenza
180. CRISPINO EMILIO – Cervicati, Cosenza
181. CRESTALDI (CRISTALDI) SALVATORE – Mascali, Catania
182. CROCCO SANTO – marittimo - Genova
183. CRUPI SILVIO – marittimo – Siderno, Reggio Calabria
184. CUCHEL PIETRO - Palermo
185. CURCIO MICHELE – Orsara, Foggia
186. CURZIO FRANCESCO – S. Arsenio, Salerno
187. D’AMICO SALVATORE (SALOMONE) – Cheren, Eritrea
188. D’ANDREA LUIGI - Roma
189. D’ANGELO SILVIO - Roma
190. D’APONTE ARMANDO – Ponticelli, Napoli
191. D’APRUZZO DOMENICO – Lupara, Campobasso
192. D’ESTE UMBERTO – marittimo, già imbarcato sulla “Vesuvio” - Trieste
193. D’ONOFRIO TOMMASO – Villamagna, Chieti
194. DANIA SALVATORE - Torino
195. DE BERNARDO FILIPPO – Mira, Venezia
196. DE DOMENICO GIOVANNI - Messina
197. DE GIUDICE ALFREDO – Arta del Friuli, Udina
198. DE LEO FRANCESCO – Campolongo al Torre, Udine
199. DE MURO GIOVANNI – Jerzu, Nuoro
200. DE NARDO NICOLA
201. DE PALMA GIOVANNI – Molfetta, Bari
202. DE PASQUALE ANTONIO - Messina
203. DE SIMONE GIUSEPPE – Gibellina, Trapani
204. DE SOGUS VITTORIO - Cagliari
205. DE VIVO ROMOLO - Napoli
206. DEGLI ESPOSTI (ESPOSITI) GIUSEPPE – Monzuno, Bologna
207. DELFINO GIUSEPPE – Reggio Calabria
208. DEL BUONO GIOVANNI – Manfredonia, Foggia
209. DEL MISTRO MARIO – Maniago, Udine
210. DELLA TORCA ANTONIO – San Felice al Cancello, Caserta
211. DE VESCOVI PAOLO – Laurana, Fiume
212. DI BISCEGLIE MICHELE - Bari
213. DI BLASIO DONATO – Sala di Caserta, Napoli
214. DI FABIO LUCA – Monteferrante, Chieti
215. DI GIANVITO PASQUALE – Castellalto, Teramo
216. DI GIOSAFATTE GIOVANNI - Campobasso
217. DI GUGLIELMO LUIGI – Andretta, Avellino
218. DI LAURO (DI LAURA) LUCA – Torre del Graco, Napoli
219. DI MARCO GIUSEPPE – Fano Adriani, Teramo
220. DI MELLA ANTONIO - Napoli
221. DI MICHELE GUSTAVO – Giulianova, Teramo
222. DI PAOLO CIRO - Napoli
223. DI PIETRO TOMMASO - Messina
224. DI SILVESTRO GIUSEPPE – Ascoli Piceno
225. DI STASI FRANCESCO – Melfi, Potenza
226. DONADIO SILVESTRO – Prata Principato Ultra, Avellino
227. DONETTI EMILIO – Cornigliano, Genova
228. DORIGO LUIGI – marittimo - Venezia
229. DRAGONE ESPEDITO - Teramo
230. DURIA GIOVANNI – Codroipo, Udine
231. DURSO DOMENICO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
232. ELLERO GIOVAN BATTISTA – alto funzionario della P.A. – Addì Caièh, Eritrea
233. ESENTATO GIUSEPPE – Boscoreale, Napoli
234. EVOLI RAFFAELE – Melito Porto San Salvo, Reggio Calabria
235. FABIAN CAMILLO – S. Bonifacio, Verona
236. FABRETTI EOLO – Argenta, Ferrara
237. FAGIOLI ANTONIO – Santa Giustina in Colle, Padova
238. FAGIOLI RENATO - Ancona
239. FAIOLA ARCANGELO – Sperlonga, Latina
240. FARINELLA BIAGIO – Petralia Sottana, Palermo
241. FASCIOLO ANTONIO – Novi Ligure, Alessandria
242. FAVERO GIOVANNI - Treviso
243. FEDELI OSCAR – S.Quirico Vernio, Firenze
244. FEDERICI FEDERICO – Madonna dell’Olmo, Cuneo
245. FERABOSCO (FERRABOSCO, FORABOSCO) FRANCO – Moggio, Udine
246. FERRARA ANGELO - Brescia
247. FERRARI PIERINO - Milano
248. FERRI LUIGI – Carovilli, Campobasso
249. FICO FRANCESCO – Reggio Calabria
250. FILIPPELLI GIUSEPPE – Palazzo Pignano, Cosenza
251. FIORE PASQUALE - Benevento
252. FIORE PASQUALE – Grotteria, Reggio Calabria
253. FIORE VITTORIO – Ufficiale Medico - Napoli
254. FIORETTO MARIO – Pomponesco, Mantova
255. FIORIDO ALBERTO – Bussolengo, Verona
256. FIORINA EGIDIO – Gandellino Cromo, Bergamo
257. FIORINI GIOVANNI SILVIO – soldato autista – Grottasecca, Cuneo
258. FONDACARO GIUSEPPE - Catania
259. FORESTIERE STELLARIO – Pachino, Siracusa
260. FORLEO BONAVENTURA – Francavilla Fontana, Brindisi
261. FORZONI ALFREDO – Cividale, Udine
262. FOSSI ADOLFO – Monteluco Fiorentino, Firenze
263. FRACASSO ALCIDE – Alonte Lonigo, Vicenza
264. FRANCESCHELLI CARLO – Castiglione Messer Marino, Chieti
265. FRANCHI MARIO – Ponte Pattoli, Perugia
266. FRANCIAMARE (FRANGIAMORE, FRANCIAMORE )
SALVATORE – Casteltermini, Agrigento
267. FRASCINI (FRASCHINI) CESARE – Iesi, Ancona
268. FRANZETTO (FRAZZETTE, FRAZZETTA NICOLA) NICOLÒ – Caltagirone, Catania
269. FREDA FERNANDO (FERDINANDO) - Bologna
270. FULFARO (FULGARO) ENRICO - Catanzaro
271. FUMAGALLI VINCENZO - Genova
272. FUMINO LEONARDO – Martina Franca, Taranto
273. FURINI DIALMA - Torino
274. FUSARO (FISANO) ALFREDO – Arcata, Torino
275. FUSCO ABELARDO – Portocannone, Campobasso
276. GABRIELE MARCO – sottocapo furiere
277. GABRIELLI VINCENZO – Rocca di Mezzo, L’Aquila
278. GAGGIOLI LUIGI RENZO – Borgo Abugiano, Pistoia
279. GALASSO ANTONIO – Baragliano, Potenza
280. GALATI FRANCESCO - Napoli
281. GALEANO (GALFEANO) PASQUALINO - Genova
282. GALIATI (GAGLIATI) NATALE – La Spezia
283. GALLI FRANCESCO – Marrano Marchesi, Cosenza
284. GALLINARI GAETANO – Castellamare di Stabia, Napoli
285. GANAVANO (GANABANO) GIUSEPPE - Roma
286. GARDIN (GARDINI) ALFREDO - Treviso
287. GARGIULLO (GARGIULO) GIUSEPPE – marittimo, “N.Sauro” – T.d.Greco, Napoli
288. GASPARRI (GASPARI) GIUSEPPE – Nervi, Genova
289. GENOVESO (GENOVESE) ALFONSO – Torre del Greco, Napoli
290. GERBINO SALVATORE – Alassio, Savona
291. GHILARDI GIUSEPPE – S. Stefano Lodigo, Milano
292. GHITTONI ADELMO - Modena
293. GIACINTO ARTURO – Agnana, Reggio Calabria
294. GIAMBERTONE (GIAMBERTONI) FRANCO - Palermo
295. GIANNOTTI LEONARDO – S. Mauro Forte, Matera
296. GIBERTONI RADAMES (GILBERTONI) – Novi di Modena
297. GIBIN AQUILINO – 2° capo meccanico – Casale sul Sele, Treviso
298. GIOVANETTI VITTORIO – soldato, CXII° battaglione coloniale - Genova
299. GIRALDI GIOVANNI – San Daniele del Carso, Gorizia
300. GIUDICI IVANOE (AVANCI) – 2° capo segnalatore - Cremona
301. GIUDICI LIVIO ALBERTO – Besnate, Varese
302. GIURNI DONATO – Tito, Potenza
303. GRANDI ALESSANDRO - Milano
304. GRAZIANO FERDINANDO – Arzano, Napoli
305. GRIESI GIUSEPPE - Matera
306. GRIFFI (GRUFFI) BIAGIO – Andra, Bari
307. GUADALUPI NICOLA – marittimo - Trieste
308. GUARRIERI (GUERRIERI, GUERIERI) GAETANO – Gfuagnano, Lecce
309. GUIDI GIULIO – Firenzuola, Firenze
310. GUIDOBONO FERRUCCIO – La Spezia
311. IACOMINO ANDREA – marittimo – Resina, Napoli
312. IACOMO (IACONO) RAIMONDO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
313. IANNETTI VINCENZO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
314. IANNUZZI FRANCESCO – Altomonte, Cosenza
315. IGNESTI VALCHIRIA
316. INCANDELA VITO – Paceco, Trapani
317. INCORBAI (INCORVALE, INCORVAIA) CARLO – fuochista R.M.Massaua-Palermo
318. INFLUENZA (INFLIENZA) CARLO –Airola, Benevento
319. INGOGLIA (INCOGLIA) DOMENICO – Partanna, Trapani
320. IZZO NICOLA – Rocchetta, Napoli
321. LAMANTIA SALVATORE - Caltanissetta
322. LANTRUA DOMENICO – Arma di Taggia, Imperia
323. LA PADULA DOMENICO – Rionero al Vulture, Potenza
324. LA PIANA PASQUALE – Reggio Calabria
325. LATERZA (LA TERZA) ARMANDO – Alezio, Lecce
326. LATONE DOMENICO – sottocapo fuochista, militarizzato - Trieste
327. LAURENTACI RAFFAELE – Monteroni, Lecce
328. LAURIELLO GIOVANNI - Udine
329. LAVERDA ANTONIO - Padova
330. LEBAN (LEVAN) STANISLAO - Gorizia
331. LEONE GAETANO – Mazara del Vallo, Trapani
332. LEONETTI (LENOETTI) ROBERTO - Pesaro
333. LETIZIA ANTONIO – San Nicola da Crissa, Catanzaro
334. LIBRIO NATALE - Siracusa
335. LICINIO NAPOLEONE – Trivigno, Potenza
336. LICOFONTE CRISPINO – La Spezia
337. LILLIU (LILLIU’) LUIGI – Addì Qualà, Eritrea
338. LIMITI BRUNO (LIMIDI) – Capranica, Roma
339. LINCESSO ANTONIO - Taranto
340. LINDA MASSIMO – marittimo - Trieste
341. LISCO FILIPPO - Bari
342. LIVERANI ( LIBERANI) FRANCESCO – Modigliana, Forlì
343. LIZZA GIOVANNI – ufficiale militarizzato – Bonassola, La Spezia
344. LO GIUDICE CALOGERO – marittimo – Patti Marina, Messina
345. LOIACONO ANNUNZIATO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
346. LOMBARDI ADOLFO – Tortona, Alessandria
347. LOMBARDO ANTONIO – marittimo - Brindisi
348. LO MONACO CARMELO – Lido, Venezia
349. LO MORO FRANCESCO – Capistrano, Catanzaro
350. LO MURNO FRANCESCO – Altamura, Bari
351. LONGHITANO CIRINO (CIMINO) – San Frantello, Messina
352. LONGO GIUSEPPE – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
353. LOREDAN ALFREDO – sottocapo fuochista militarizzato - Trieste
354. LORENZI GUGLIELMO – Misano Marina, Forlì
355. LOZZI SANTE – Catignano, Pescara
356. LUCI ARMANDO – agente dei fari militarizzato col grado di sottocapo - Roma
357. LUCIDI ARGENTINO – Ariccia, Roma
358. LUGLI GAETANO - Bologna
359. MACCANI (MAGANI, MACANI) ROMANO – Tres, Trento
360. MACRÌ FRANCESCO – marittimo, già imbarcato sulla “Nazario Sauro” - Genova
361. MAGGI FIORENZO – Casei Gerola, Pavia
362. MAGGI FRANCESCO – marittimo – Bressana Bottarona, Pavia
363. MALGNINO (MALAGNINO) ANTONIO – Sala, Torino
364. MALERBA GIORGIO – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
365. MAMBRIN ERMENEGILDO - Vicenza
366. MAMELI OSCAR - Sassari
367. MANCA AMLETO – Carmiano, Lecce
368. MANCA VITO – marittimo - Trapani
369. MANCINI DOMENICO – Valdobbiadene, Treviso
370. MANES EMILIO - Roma
371. MANGIONE ALFONSO – Triggiano, Bari
372. MANNA PAOLO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
373. MANNELLA (MANELLA) OTTAVIO – Ateleta, L’Aquila
374. MANENTE UMBERTO - Roma
375. MAPELLI LUIGI – Colico, Como
376. MARAZZO LUIGI – Petilia Policastro, Catanzaro
377. MARCHESE NATALE – marittimo – Milazzo, Messina
378. MARCHETTI UMBERTO – Pietrasanta, Lucca
379. MARCHETTO GIOVANNI – Barbaria Canavese, Torino
380. MARCHINO ANDREA – Cheren, Eritrea
381. MARIANI PASQUALINO – Tocco Casauria, Pescara
382. MARIANO GIOVANNI - Firenze
383. MARINARO (MARIANO) ERCOLE - Bari
384. MARINO NICOLÒ (NICOLA) – Palazzolo Acreide, Siracusa
385. MARIOTTI GIOVANNI - Roma
386. MARIZZA ANTONIO – Frisanco, Udine
387. MARSIMINO IGNAZIO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
388. MARTELLO ALFONSO – marittimo – Torre del Greco, Napoli
389. MARTINI EZIO – Antona, Massa Apuana, Carrara
390. MASCITTI AGILDO – Rocca di Cambio, L’Aquila
391. MASIA IAFET – Aidomaggiore, Cagliari
392. MASULLO DOMENICO – Sacco, Salerno
393. MATARESE FILIPPO – Casamicciola, Napoli
394. MATTEUCCI FRANCESCO – Modigliana, Forlì
395. MATTEOTTI VIRGILIO – Bussolengo, Verona
396. MATTOZZI CIRIACO – Amatrice, Rieti oppure CC.RR., Ascoli Picene
397. MAURIELLO ANTONIO – Andretta, Avellino
398. MAZZA EDOARDO (EDOARDO) - Vercelli
399. MAZZOLINI ALESSANDRO - Livorno
400. MELCHIONNA MARIO – Castel Baronia, Avellino
401. MELIGRANA FRANCESCO – marittimo, già imbarcato sulla “N. Sauro” - Genova
402. MENDES GIOVANNI – marittimo - Trieste
403. MEONI ROMEO - Prato
404. MERILLI UGO - Roma
405. MERLINI FRANCESCO – marittimo - Genova
406. MEZZASALMA TEODORO – Scicli, Ragusa
407. MIGLIETTA RAFFAELE – Trepuzzisi, Lecce
408. MIGLIORE VITO – Sala Consilina, Salerno
409. MILANESI GIROLAMO – San Piero in Bagno, Forlì
410. MILELLA ONOFRIO – marittimo - Trieste
411. MODÒ (MODO) MARTINO - Catania
412. MONEGO GUIDO - Venezia
413. MONTALTI (MONTALDI) ETTORE–cannoniere R.M.Massaua–Rossano C. Cosenza
414. MONTINARO FRANCESCO DONATO – marittimo – Melendugno, Lecce
415. MORALDO FELICE – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
416. MORGANTI LUIGI – Panzano Chianti, Firenze
417. MORIELLI GIOVANNI – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Genova
418. MORMILE CARLO – Altomonte, Cosenza
419. MORO ROLLI – Fiume Verdi, Udine
420. MORROZZI MOROZZO - Firenze
421. MOTTA ALESSANDRO – impresario autotrasportatore - Bologna
422. MOTTA GIUSEPPE – impresario autotrasportatore - Bologna
423. MURRÙ (MURRU) PASQUALE – Orosei, Nuoro
424. MUSICÒ (MUSICO) ANTONIO – Regia Marina Massaua – S. Alata ?
425. MUSIELLO MARCELLO – 2° capo meccanico - Genova
426. MUSSO ANDREA – marittimo, ingrassatore, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
427. MUSSO GIUSEPPE – Canicattì, Agrigento
428. NAPOLITANO (NAPOLI) LUIGI (TANO) - Napoli
429. NARDINI ATTILIO – nocchiere militarizzato, “Riva Ligure” – Le Grazie, La Spezia
430. NARDINI EMILIO – Marina, Massa
431. NARDIS DOMENICO – Villa S. Angelo, L’Aquila
432. NATALE DOMENICO – Montenero di Bisaccia, Campobasso
433. NATALUCCI ITALO – Senigallia, Ancona
434. NOÈ CARMELO - Siracusa
435. NOFERINI MINO – Nogara, Verona
436. NOSTRO ANTONIO – operaio Marinist Massaua – Reggio Calabria
437. NOVELLO EUGENIO – Rossano Calabro, Cosenza
438. NOVELLO GIUSEPPE – Roggiano Gravina, Cosenza
439. OLCESE ATTILIO – marittimo, già imbarcato sulla
“Colombo” – Apparizione, Genova
440. OLTREMONTE (OLTREMONTI) GIOVANNI - Venezia
441. ONETA GAVINO (OSVINO) – Paderno Cremonese, Cremona
442. ORTENSIO FRANCESCO – marittimo – Pizzo Calabro, Vibo Valentia
443. OTTAVI VINCENZO – Decamerè, Eritrea
444. PACE SALVATORE - Enna
445. PAGNOTTA NELLO – L’Aquila
446. PAGANO GUSTAVO - Napoli
447. PAIA (PALA) VALENTINO – Bultei, Sassari
448. PALAZZI LUIGI - Pola
449. PALLAZZOLO FILIPPO – Balestrate, Palermo
450. PALLELLA (PALELLA) MARIO - Messina
451. PALMARIN EGIDIO (ELIGIO) – Cà Emo, Rovigo
452. PALOZZI GIOACCHINO – Otricoli, Terni
453. PALUMBERI SEBASTIANO - Palermo
454. PANARARI ZENONE – Bagnolo in Piano, Reggio Emilia
455. PANIZZA ANTONIO – Lierna, Como
456. PANTALEO RENATO - Trani
457. PAOLINI DECIMO – Massa e Cozzile, Pistoia
458. PAPESCHI IGNAZIO – Vorno, Lucca
459. PARISI ANTONIO – Taurisano, Lecce
460. PASSERELLO SALVATORE – Avola, Salvatore
461. PASQUALINO GIOVANNI – San Giovanni in Fiore, Cosenza
462. PASQUINI ANTONIO – San Giovanni, Cosenza
463. PASQUINI GIORGIO – Villa Montearioso, Siena
464. PATÈ (PATE) CARLO – Dalmine, Bergamo
465. PELLI CLEMENTE – Monsone di Fivizzano Apuana, Massa Carrara
466. PELLONI NATALE – marittimo, già imbarcato sulla “Mazzini” - Genova
467. PENNICA MICHELE – Reggio Calabria
468. PEREGO GIAN LUIGI – San Colombano al Lambro, Milano
469. PERFETTO ANDREA – Curti, Napoli
470. PEROTTI ULISSE – Battaglia Terme, Padova
471. PETTAZZONI (PETAZONI) ALFONSO – Castelfranco Emilia, Modena
472. PETRI RENZO - Udine
473. PIASTRA GIOVANNI - Palermo
474. PIAZZANO GIOVANNI – Casale Monferrato, Alessandria
475. PICHIERBI (PICCHIERRI) FRANCESCO – Sava, Taranto
476. PIMPINELLI BALILLA – Ponte Felcino, Perugia
477. PIRANIO SALVATORE – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” - Agrigento
478. PISANI ANGELO – Santa Lucia Battaglia, Verona
479. PISANO SALVATORE – Pizzo Calabro, Reggio Calabria
480. PITELLA DOMENICO – Briatico, Catanzaro
481. PIZZINO MICHELE – Amatea, Cosenza
482. PIZZOCCARO (PIZZOCARO) ANTONIO – Chioeri, Torino
483. PIZZOL LORENZO – Fregona, Treviso
484. PIZZONIA DOMENICO – Filadelfia, Catnzaro
485. PODDA ANTONIO - Nuoro
486. POLH GIOVANNI – marittimo – Monte San Giovanni, Gorizia
487. PONTILLO FRANCESCO – marittimo – Torre del Graco, Napoli
488. POZZI CESARE - Milano
489. PRANDINI AZOR – Formigine, Modena
490. PRESTILEO NICOLÒ – Castell’Umberto, Messina
491. PRESTIPINO ANTONIO - Novara
492. PREVEDELLO AGOSTINO – Cornuda, Treviso
493. PUCCI GIOVANNI – Rocca Priora, Roma
494. PUGLISI SALVATORE – Giarre, Catania
495. PULLARA PASQUALE – marittimo – Giostone ?
496. PUNTIERI MARCELLO – Olivadi, Catanzaro
497. QUAGLIA MARIO – Cornigliano, Genova
498. RAGNI EVARISTO – Furlo Pieve, Udine
499. RAGNONI GIUSEPPE - Frosinone
500. RAGUCCI (RACUCCI) ERMANNO - Trento
501. RAIMONDI FRANCESCO – Castiglione d’Adda, Milano
502. RAMONDETTA ANGELO – elettricista - Siracusa
503. RAVAZZA VINCENZO – marittimo, elettricista - Trapani
504. RAZA (RAZZA) ARTURO – Marcheno, Brescia
505. REPOSSI LINO - Pavia
506. RESSIA SECONDO – Vallata, Vercelli
507. RICCOTTILLI FRANCESCO – Sulmona, L’Aquila
508. RINALDI SANTE
509. RIZZA SEBASTIANO - Siracusa
510. RIZZI (RIZZA) ERNESTO – Treviglio, Bergamo
511. RIZZO BIAGIO – marittimo - Messina
512. RIZZO UGO – Arnesano, Lecce
513. ROBERTAZZI CARMINE - Napoli
514. ROCCHELLI PIETRO – Casteggio, Pavia
515. ROCCON MARIO – Crocetta del Montello, Treviso
516. ROMANO ARCANGELO - Avellino
517. ROSSI GIUSEPPE – Teano, Napoli
518. ROSSI LORENZO – Querceta, Lucca
519. ROTELLA MARIO – Cimigliano, Catanzaro
520. RUELLO GIOVANNI – marittimo – Ganzirri, Messina
521. RUGGERINI (RUGGIERINI) CIRO – Rubiera, Reggio Emilia
522. RUGGERI GIULIO – Bagnolo Mella, Brescia
523. RUNFOLA CALOGERO
524. RUSSO FRANCESCO – Boscotrecase, Napoli
525. SABATO BENIAMINO – Tessano Castello, Cosenza
526. SABIN PIETRO – Fiesso Umbertiano, Rovigo
527. SACCANI ADOLFO - Roma
528. SACCHI GIAN CARLO - Alessandria
529. SACCO SAVERIO – Carpanzano, Cosenza
530. SACCONI UMBERTO - Roma
531. SALA UGO - Cagliari
532. SALAMINI GUIDO (GINO) – Grotte Santo Stefano, Viterbo
533. SALERNO MICHELANGELO – Grotteria, Reggio Calabria
534. SALERNO SEBASTIANO – Noto, Siracusa
535. SALVAGO RENATO – marittimo - Messina
536. SALVATI ANTONIO – Marsciano, Perugia
537. SAMUELLI ANDREA - Brescia
538. SANGES VINCENZO
539. SANGIORGI ALDO – Bagnacavallo, Ravenna
540. SANNINO TOMMASO – marittimo – Resina, Napoli
541. SANTILLO LUIGI - Benevento
542. SANTALUCIA CARMELO – Furnari, Messian
543. SANTORO GAETANO – Scala Ritiro, Messina
544. SANTORO SANTI – Foldo Galletta, Messina
545. SANVIDOTTI GIACOMO - Milano
546. SAPUTO ALFONSO – Balestrate, Salerno
547. SARCONI (SARCONE) GIOVANNI – Fogliano, Cosenza
548. SARDO GIOVANNI – Racalmuto, Agrigento
549. SAVINI GUERINO (GUERRINO) – Crognaleto, Teramo
550. SAVIOTTI FRANCESCO – Modigliana, Forlì
551. SCAMPINI ANGELO – Momo, Novara
552. SCAPPATURA SALVATORE – Cannitello, Reggio Calabria
553. SCARAVONATI GIUSEPPE – Gussola, Cremona
554. SCARCELLA MICHELE – Paolisi, Benevento
555. SCARDOVELLI OTELLO – Stello, Gorizia
556. SCARLATA CALOGERO – Villalba, Caltanissetta
557. SCATTAREGGIA GIUSEPPE – Condrò, Messina
558. SCELZA (SCALZA) ANTONIO (ALFONSO) – Pontecagnano, Salerno
559. SCHIANO GIOVANNI – San Giovanni Teduccio, Napoli
560. SCHIARINI COSTANTINO - Roma
561. SCHIRÒ (SCHIRO) CALOGERO
562. SCIACCA PAOLO – Nardò, Lecce
563. SCIOMER MICHELE - Roma
564. SCOGNAMILIO (SCOGNAMILLO) RAFFAELE – marittimo, “C. Colombo” - Genova
565. SCOVOLO SILVIO – Mortara, Vercelli
566. SCRASCIA COSIMO GIOVANNI – Galatone, Lecce
567. SEMBIANTE OSVALDO - Roma
568. SEMERARO NICOLA – San Giorgio Ionico, Taranto
569. SEVERINI ANNIBALE - Genova
570. SFORZA ARMANDO – Maddaloni, Napoli
571. SGUERZI MATTIA – Castelnuovo, Udine
572. SICA ROCCO – Baronissi, Salerno
573. SILVERI ETTORE – Torricella Peligna, Chieti
574. SILVESTRI ARMANDO - Roma
575. SILVESTRI RAFFAELE - Napoli
576. SILVESTRO PASQUALE - Napoli
577. SODANO ANTONIO - Agrigento
578. SOGLIAGHI LIVIO – operaio militarizzato marò – Alessandria - Cairo, Egitto
579. SOLAROLI ETEOCLE – La Spezia
580. SORBARA ALDO – Bovalino Marina. Reggio Calabria
581. SORDELLI NELLO - Roma
582. SOZZINI BRUNO
583. SPADA (SPEDA) GERARDO – Novoli, Lecce
584. SPADAFORA NICOLA – Rogliano, Cosenza
585. SPADARO DOMENICO – Santa Teresa di Riva, Messina
586. SPAGNUOLO (SPAGUOLO) FRANCESCO – Lauria, Potenza
587. SPALATA (SPALATRA) ROMOLO – marittimo,“C. Colombo”–Cornigliano L. Genova
588. SPAMPINATO CARMELO - Catania
589. SPANÙ (SPANU) AGOSTINO – La Maddalena, Sassari
590. SPEDICATO PIETRO – Lizzanello, Lecce
591. STALTARI (STELTARI) DOMENICO – sottocapo cannoniere–Cannitello, R. Calabria
592. STELLATO GUIDO
593. SUBRIANO GAETANO - Genova
594. SULIS GIUSEPPE LUIGI – Muravera, Cagliari
595. SURLETTI GIUSEPPE – San Roberto, Reggio Calabria
596. SUSCO FRANCESCO – Mola, Bari
597. TACCHI GIUSEPPE – Lonate Pozzolo, Varese
598. TAMARA (TAMMARO’, TOMMARO) CARLO – Raiano, L’Aquila
599. TANCHIS (TANCA) PIETRO – San Nicola, Sassari
600. TARABORELLI FILIPPO – Vacri, Chieti
601. TARSIA ALBERTO – Nadro di Ceto, Brescia
602. TASSARA VINCENZO – marittimo, già imbarcato sulla “Colombo” – Nervi, Genova
603. TASSI GUALTIERO - Roma
604. TAVIAN GIOVANNI – Castelbaldo, Padova
605. TAZZARA GUIDO – Mel, Belluno
606. TEMOLO STEFANO – Arzignano, Vicenza
607. TERAMO IVAN - Teramo
608. TERRANOVA CORRADO – Noto, Siracusa
609. TERRANOVA GIUSEPPE – Modica Alta, Ragusa
610. TESSORE GIUSEPPE – soldato – Magliano Alfieri, Cuneo
611. TIMO LUIGI ALFREDO – Tortona, Alessandria
612. TINTI MARIO – elara, Rovigo
613. TIOZZO GIOVANNI – San Martino di Venezze, Rovigo
614. TIRIOLO RENATO - Roma
615. TOMASETTA ANTONIO - Napoli
616. TOMMASI GAETANO – Peri, Verona
617. TORNATORE GENNARO – cannoniere O – Ponticelli, Napoli
618. TOTERO ARTURO - Lecce
619. TRATTER MARCO - Bolzano
620. TREBBI (TREBI) BRUNO - Gorizia
621. TREVISAN GIUSEPPE - Padova
622. TROIA GIOVANNI – Serravalle, Asti
623. TRONCONI AURELIO - Pavia
624. TROVARELLI QUINTO – San Severino Marche, Macerata
625. UNGARO QUINZIO (QUINTO) – Squinzano, Lecce
626. VACCARIO (VACCARO) GIUSEPPE – sottocapo – Valenza, Alessandria
627. VACCHEL ATTILIO – Cornedo Vicentino, Vicenza
628. VALENTE PASQUALE – Pago, Avellino
629. VALLIN VERGILIO – Rosario, Rivigo
630. VARIGI GUIDO
631. VASSALLE (VASSALE) GIUSEPPE – marittimo – Lerici, La Spezia
632. VECCHI ETTORE – Alfonsine, Ravenna
633. VEGGETTI MARIO – Pignolo P O V Roma
634. VENDER BATTISTA - Lovere, Bergamo
635. VENTIMIGLIA ARMANDO – 2° capo meccanico - Napoli
636. VERDIANI ANTIFORE - Roma
637. VERDIANI ARNALDO – Fuida?
638. VESPIA FELICE – Reggio Calabria
639. VESPRO ANTONIO - Brindisi
640. VICARI FRANCESCO - Enna
641. VIETRI MARIO – maggiore militarizzato - Roma
642. VIGANÒ CARLO – Villafranca, Verona
643. VITALE PASQUALE - Napoli
644. VITATERNA (VITARERNA) DOMENICO – Castro dei Volsci, Frosinone
645. VALLOMINO (VOLONNINO) SAVERIO – Barile, Potenza
646. VOLTERRANI ULDERICO – Massa marittima, Grosseto
647. ZABAN MARCO - Trieste
648. ZAFFINO VINCENZO – Serra san Bruno, Catanzaro
649. ZANOLLI (ZANNOLI) PAOLO – Forlì
650. ZARBO ANGELO – S. Mors. Incadina ?
651. ZIZZO FRANCESCO – marittimo – Avenella, Palermo
652. ZONZA ADOLFO – Cadimare, La Spezia
653. ZORZUT ANTONIO – Vipulzano?, Gorizia
654. ZUCCHELLA ENRICO – Noghera, Pavia
655. ZUDICH MARINO – marittimo – Muggia, Trieste

  • Grandi
  • Nimpex
  • Rialto Foods

Contact

Direttore/Editor

tel. (0027) (021) 434 3210 cel. (0027) (083) 302 7771

3 Torbay Road, Green Point 8005, Cape Town, South Africa

email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">

Disclaimer

"I contenuti offerti dal portale "LA GAZZETTA DEL SUD AFRICA" sono gratuiti, redatti con la massima cura/diligenza, e sottoposti ad un accurato controllo da parte della redazione. La Gazzetta del Sud Africa, tuttavia, declina ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti.

Testi, foto, grafica, materiali audio e video inseriti dalla redazione della Gazzetta del Sud Africa nel proprio portale non potranno essere pubblicati, riscritti, commercializzati, distribuiti, radio o videotrasmessi, da parte degli utenti e dei terzi in genere, in alcun modo e sotto qualsiasi forma."